Pro Vita Famiglia Ladispoli “Proteggere le madri da chi le vuole cancellare”

Lazzeri: “Orribili le parole della stilista Franchi sulle donne nel mondo del lavoro”

“Voglio solo donne over 40, hanno già fatto figli o sono separate, possono lavorare h24”

 

«E’ impensabile un mondo senza la mamma: Grazie mamma, per il dono della Vita! Grazie a tutte le mamme che accolgono la vita dei futuri cittadini, che con i papà li educano all’amore incondizionato, affinché possano portare il loro contributo unico e irripetibile a tutta la società. In occasione della Festa della Mamma, che si è celebrata lo scorso 8 maggio, sono partite le affissioni a Ladispoli, promosse da Pro Vita & Famiglia Onlus e Associazione Culturale Solidarietà Sociale», queste le dichiarazioni di Francesca Lazzeri, referente del circolo territoriale di Ladispoli di Pro Vita & Famiglia.

«Le mamme, oggi come non mai, sono la cura della nostra Italia, eppure oggi siamo continuamente discriminate. Le mamme – prosegue Francesca Lazzeri – pur di non perdere il posto di lavoro sono costrette ad abbandonare i figli a tre mesi, con il seno gonfio di latte, o a sei le più fortunate. O ancora quante mamme, scoperta una gravidanza inaspettata o ricevuta una diagnosi prenatale complicata, si sono viste proporre gratuitamente solo l’aborto, ma nulla di concreto che le aiutasse invece ad accogliere il figlio? O ancora quelle mamme costrette con una pratica aberrante come quella dell’utero in affitto a vendere i propri figli, per necessità, a ricchi acquirenti: come è possibile che qualcuno voglia legalizzarla? Siamo stanchi del femminismo becero che continua ad ingiuriare le mamme che scelgono di dedicarsi esclusivamente ai figli, per non parlare dell’ideologia gender che pretende di sostituirle con genitore 1 o 2. Con questi manifesti vogliamo ringraziare tutte le mamme e chiedere alla politica di aumentare i congedi di maternità obbligatoria e gli sgravi fiscali ai datori di lavoro che offrono lavoro sicuro e flessibile alle mamme, così come chiediamo il quoziente familiare per la tassazione e proposte concrete per superare le difficoltà di una gravidanza inaspettata. Perché se le mamme stanno bene, tutta la società sta bene!»

 

Camilla Augello