Premio Letterario Nazionale Città di Ladispoli – Cinardi e Catalani si aggiudicano il “Bcc per la Cultura”

Autonomia, solidarietà, orientamento e vicinanza al territorio: sono questi i principi ispiratori della politica aziendale delle BCC, le Banche di Credito Cooperativo, da sempre vicine ed attente alle iniziative di qualità e spessore come il Premio Letterario Nazionale Città di Ladispoli, giunto quest’anno alla IX^ edizione. Un connubio iniziato lo scorso anno con il premio speciale “Bcc per i giovani” che ha portato la filiale di Ladispoli delle Bcc a premiare nell’edizione 2019,  Nicoletta Fanuele autrice di “Tutto l’amore che serve”, ritenuta dagli addetti ai lavori tra i 30 migliori millenials d’Italia, riconoscimento avuto nel Myllenial Award 2019 e a Chiara Margarito “Poesie e fiabe incantate”, undicenne pugliese già al suo primo libro edito.

L’edizione 2020, celebrata l’8 dicembre scorso, è stata ovviamente una edizione con premiazione a distanza, viste le prescrizioni date dal DPCM, ma il Comitato della Bcc non ha voluto far mancare la sua presenza. Purtroppo è saltato, all’ultimo minuto, per un disguido tecnico il collegamento con  il direttore della filiale di Ladispoli, Daniele Bucciarelli, ed il membro del Comitato Locale Bcc Francesco “Franco” Fantozzi che non sono riusciti ad intervenire nella diretta streaming, per portare il loro saluto a tutta la platea collegata (oltre 20.000 visualizzazioni in tempo reale in un’ora e 10 minuti di trasmissione) e soprattutto procedere alla premiazione virtuale dei vincitori del premio “Bcc per la Cultura” che sono andati ad Alessandra Cinardi  per “Vita e la Piramide Occulta” e a Danilo Catalani, autore de  “Gli impreseguibili”.

Nei giorni scorsi, infine, la consegna di una targa di riconoscimento e gratitudine al direttore Bucciarelli e al membro del Comitato Fantozzi, per il sostegno che la Banca ha dato alla riuscita della manifestazione.