Paolo Di Paolo ospite di Scritti d’Autore, con “Vite che sono la tua”

Paolo Di Paolo arriva a Ladispoli, ospite della Libreria Scritti & Manoscritti, per parlarci di libri e delle nostre vite. Perché gli scrittori sanno sempre qualcosa di noi, anche dettagli che ci sfuggono. Leggendo possiamo vivere il non ancora vissuto e il mai visibile, dichiararci a qualcuno con un coraggio mai avuto, percepire un dolore che somiglia al nostro o solo sapere che esiste. È quel che Paolo Di Paolo dimostra nel suo libro Vite che sono la tua, Editori Laterza.

 

Lo scrittore, autore di romanzi per Feltrinelli, collaboratore della Repubblica e dell’Espresso, domenica 19 maggio, alle ore 11:30, sarà al centro di uno degli incontri della rassegna Scritti d’Autore (ingresso libero fino a esaurimento posti). Con lui dialogherà il giornalista Eugenio Murrali.

Il saggio narrativo Vite che sono la tua è uno scrigno prezioso, racconta la bellezza della lettura attraverso 27 storie, cioè 27 grandi libri che hanno contato nella vita dell’autore e hanno un posto, o lo avranno, anche nelle nostre. Un viaggio attraverso Twain, Salinger, Morante, Calvino, Mann, Roth e tanti altri protagonisti della letteratura mondiale, che si moltiplicano anche grazie a un’appendice di ogni capitolo, “Altre storie”, in cui Di Paolo richiama libri correlati al tema principale.

L’incontro s’inscrive nelle manifestazioni organizzate dai librai Irene Donini e Marco Molea per festeggiare i 25 anni di presenza della loro libreria nella cittadina del litorale. Scritti & Manoscritti è nata nel 1994 per venire incontro al desiderio di cultura e fantasia della cittadinanza e dei suoi ospiti. Quest’anno, per celebrare l’importante traguardo, i librai hanno offerto ai loro lettori incontri con alcune delle più importanti personalità del panorama culturale, letterario ed editoriale italiano: Aldo Cazzullo, Catena Fiorello, Paolo Giordano, Enrico Letta, Dacia Maraini, Giulio Perrone, Nadia Terranova e altri ancora. I dialoghi con i grandi autori proseguiranno anche nei prossimi mesi, perché l’impegno della libreria è di avvicinare sempre più la cittadinanza alla lettura, di farla affezionare alla bellezza e alla profondità delle parole, trasformandosi sempre più in un luogo di costante scambio, d’incontro e di crescita.