Ladispoli non spreca: prosegue all’alberghiero di Ladispoli il progetto contro lo spreco alimentare

Secondo appuntamento, all’Istituto Alberghiero di Ladispoli, per il Progetto “Futuri professionisti del food contro lo spreco alimentare”: 3 lezioni tenute da esperti del settore con esercitazioni pratiche e la realizzazione di un contest finale. L’iniziativa fa seguito alla sigla di una convenzione con APS Litorale Nord, l’Associazione di promozione sociale nata allo scopo di difendere e valorizzare on ogni possibile strumento il territorio, il paesaggio e le loro risorse. Fra i più importanti progetti in cantiere, dal luglio del 2017, APS ha avviato la rete “Ladispolinonspreca – Insieme contro lo spreco alimentare”, finalizzato a creare sinergie, con il mondo delle Istituzioni e dell’imprenditoria locale, sul tema del consumo consapevole.

 

Questa mattina la lezione è stata articolata in due sessioni: una teorica – sul tema ‘La salvaguardia del sistema per la sostenibilità in cucina: lotta allo spreco alimentare mediante il recupero di eccedenze alimentari, in particolare nella creazione di prodotti di pasticceria’ – e una pratica, con lo showcooking della chef Renée Abou Jaoudé, dottore di ricerca in Ecologia e dottore in Scienze forestali (impegnata anche in progetti formativi all’Università della Tuscia nell’ambito delle Tecnologie alimentari). Al centro della dimostrazione pratica, la preparazione di biscotti con frolla di pangrattato rimacinato da avanzi di pane e ganache al caffè con caffè in polvere di recupero.

ll Progetto è coordinato da Riccardo Bucci, Presidente APS Litorale Nord, ideatore e promotore del Progetto “Ladispolinonspreca” e Marina Melissari, membro del Coordinamento APS Litorale Nord e Responsabile “Ladispolinonspreca.

“L’iniziativa – ha spiegato la Vicepreside dell’Istituto Alberghiero Prof.ssa Valeria Mollo, promotrice del progetto all’Istituto Alberghiero di Ladispoli – coinvolge 100 studenti delle classi quarte e quinte dell’Istituto Alberghiero (Indirizzo Enogastronomia). L’obiettivo primario è quello di favorire la conoscenza del ‘fenomeno spreco’ da parte degli allievi, ma anche di suggerire strumenti pratici, affinché possano inserirli stabilmente nel patrimonio di competenze e procedure che guideranno la loro futura vita professionale.”

Appuntamento al 6 novembre con una ‘sessione motivazionale’ sul tema ‘Perché e come decidere di essere sostenibili”.