Ladispoli: Ladispoli Attiva contro il centro commerciale sull’Aurelia: giù le mani dal territorio.

Oggi 16 dicembre all’ordine del giorno del consiglio comunale torna il piano particolareggiato per la realizzazione di un Centro commerciale al Km 38 della Via Aurelia, con l’approvazione della relazione istruttoria e le controdeduzioni alle osservazioni presentate dai cittadini.

Nelle scorse settimane il movimento civico Ladispoli Attiva ha ritenuto doveroso protocollare un’osservazione al piano particolareggiato per porre all’attenzione dell’Amministrazione e del Consiglio comunale i numerosi vizi procedurali che ne hanno inficiato l’iter, l’incompatibilità nella sostanza con quanto previsto dalla pianificazione urbanistica sovra-ordinata (P.T.P.G. in vigore) e la profonda contraddittorietà tra natura dell’intervento e obiettivi dichiarati.

Sulla tutela del territorio non intendiamo retrocedere di un millimetro. Ladispoli Attiva ha fin da subito espresso netta contrarietà a questo progetto, informato la cittadinanza in merito alle criticità che lo caratterizzano sotto l’aspetto dell’impatto ambientale, storico-archeologico e viabilistico e organizzato lo scorso 21 giugno un sit-in di protesta davanti palazzo Falcone. Ma siamo pronti a continuare la battaglia pur senza avere una rappresentanza in consiglio comunale.

Gli errori formali commessi basterebbero da soli affinché i nostri amministratori comprendano la necessità di fare un passo indietro e fermare questo scempio. Ma gli errori che ci preoccupano di più sono quelli di “visione”, figli di una cultura amministrativa schiava degli interessi cementizi a cui vogliamo mettere al più presto la parola fine.