Dinamo Ladispoli: pronti a ripartire dal 6 luglio con il mini camp

Dinamo Ladispoli : back to the future !! Finalmente puo’ ufficialmente ripartire l’attivita’ sportiva della Pallacanestro Dinamo; da lunedi prossimo 6 Luglio infatti partira’ il primo dei minicamp di avvicinamento e/o perfezionamento individuale al mondo della palla a spicchi, dedicato alle bambine e bambini dai 6 ai 13 anni. C’e’ ovviamente soddisfazione per l’avvio dell’iniziativa, e queste sono le parole del Presidente Luigi Fois : “Sono stati, e sono tutt’ora, tempi difficili per lo sport di base, in particolare poi per gli sport di squadra e di contatto come il nostro. Attendiamo a ore buone notizie dagli enti governativi per poter riprendere, sempre nella massima sicurezza possibile, anche gli allenamenti di tipo agonistico. Nel frattempo pero’ e’ per noi importantissimo poter dare nell’immediato un segnale di ritorno alla “quasi” normalita’. Voglio per questo esprimere un ringraziamento speciale a tutte le persone dell’Assessorato e dell’Ufficio Sport del Comune di Ladispoli, alla Giunta Comunale, al Prof. Riccardo Agresti, dirigente dell’ Istituto Corrado Melone, alla Prof.ssa Vincenza La Rosa, dirigente dell’Istituto Giuseppe di Vittorio, e alla sua DSGA Stefania Croce, che a vario titolo ci hanno permesso di avere questa opportunita’.” “Vogliamo poter sperare” continua il Presidente “che il prossimo futuro sia un ritorno, quanto piu vicino possibile, al punto in cui siamo stati tutti costretti a cambiare cosi drasticamente il nostro quotidiano. Sappiamo che in molti, troppi casi, purtroppo questo non sara’ in nessun caso possibile, per chi ha perduto un proprio caro nulla potra’ mai essere come prima, ma cercare di andare avanti sempre e comunque e’ insito nella natura umana… Vogliamo quindi pensare positivo, e nel nostro specifico vogliamo pensare che il prossimo Settembre sport di base e diritto allo studio continueranno a trovare il modo di convivere insieme; le ipotesi in cui le palestre scolastiche possano diventare aule per garantire il distanziamento tra alunni, ed essere quindi negate alle Associazioni Sportive, ci terrorizzano, perche’ significherebbe infliggere un colpo da KO definitivo a tutto il mondo dell’associazionismo dilettantistico. Le nostre sono proposte di sport, educativo e formativo, e se tutti siamo convinti assertori del motto Mens Sana in Corpore Sano, le soluzioni “giuste” si troveranno per forza di cose.”