Cavaliere FdI: prende sempre più corpo la possibilità della realizzazione dell’ospedale di Ladispoli/Cerveteri

Per il Popolo italiano c’è ancora speranza perché esistono ancora politici seri capaci di cogliere i bisogni dei cittadini e formulare proposte politiche /amministrative atte a soddisfare le esigenze reali della gente. Purtroppo, gli ultimi anni sono stati segnati dall’antipolitica fomentata da gente completamente incapace di vivere la realtà e proporre cose concrete necessarie per realizzare una visione di società, di città e in generale del “Bene comune” utile all’evoluzione del ns Paese. Chi in piazza urlava “onestà, onestà” ha liberato 400 mafiosi dal carcere, ha tradito ogni promessa elettorale (p.es. abolizione dell’obbligo vaccinale) e fatto alleanze con il suo “peggior nemico”. Oltre a questi signori della mistificazione ideologica, della politica dei “massimi sistemi”, che tuttora sono speculazioni fantastiche, dei tautologismi finalizzati al solo inganno e conservazione del proprio potere, a Ladispoli, nel Lazio e in generale in Italia, ci sono ancora politici capaci di dimostrare con i fatti la concretezza nelle azioni politiche e la capacità di difendere i diritti degli elettori con proposte concrete atte a conservare e migliorare la qualità della vita.

Lunedì, 6.7.20 nel Consiglio Comunale di Ladispoli, sono state approvate le due mozioni unificate di Fratelli d’Italia, che prevedevano l’inserimento nel piano sanitario regionale del Lazio la costruzione di un ospedale nel Distretto 2 della ASL RM 4 e venerdì, 10 c.m. alle ore 15 il Consigliere Regionale di Fratelli d’Italia, a nome di tutto il gruppo FdI in Regione Lazio, ha protocollata la seguente mozione, ecco il testo originale:

“AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO REGIONALE DEL LAZIO ON. MAURO BUSCHINI. SEDE. MOZIONE. OGGETTO:

Realizzazione Ospedale Ladispoli-Cerveteri, ASL ROMA4-Distretto 2.

Premesso che:

il bacino di utenza del Distretto 2 della Asl Roma 4 risulta essere piuttosto ampio con circa 90.000 abitanti nel periodo invernale e più del doppio nel periodo estivo;

la necessità della realizzazione di uno presidio ospedaliero idoneo a garantire un servizio sanitario adeguato ed efficiente per i cittadini e per i turisti che gravano sul distretto durante l’estate è ampiamente dimostrata da anni;

le amministrazioni comunali dei comuni di Ladispoli e Cerveteri, con unione di intenti che superano ogni divisione hanno concordemente espresso, con specifiche mozioni approvate in seno ai propri consigli comunali, la forte necessità del territorio di richiesta di assistenza e di cure che solo la costruzione di un nuovo ospedale può garantire ai propri cittadini;

la Asl Roma 4 comprende 28 comuni per una popolazione residente pari a circa 325.000 abitanti e si sviluppa su un territorio molto vasto che partendo da Nord-Est ai confini con Roma arriva ad Ovest, ai margini costieri della provincia di Viterbo, entro un arco di oltre 160 Km;

in questo vasto territorio sono presenti soltanto due ospedali pubblici che sono quelli Bracciano e di Civitavecchia che per essere raggiunti da entrambi i territori dei comuni si registrano tempi di percorrenza ben oltre i 30 minuti e che gli stessi servono anche i territori contermini e fuori Asl di appartenenza.

Considerato che:

l’argomento “Ospedale Ladispoli-Cerveteri” è stato per anni al centro delle aspettative degli abitanti del distretto n. 2 della Asl Roma 4 i quali, insieme alle realtà presenti sul territorio, attraverso raccolte di firme e altre forme di sensibilizzazione, hanno sempre spronato le istituzioni a vari livelli;

questo periodo ultimo trascorso ed ancora in corso ci ha indicato come non mai come la tempestività e la possibilità di cura della salute dei cittadini è una priorità irrinunciabile, tanto che le volontà espresse dalle amministrazioni di Ladispoli e Cerveteri, in rappresentanza dei propri cittadini, sono state in grado di superare ogni pregiudizio pur di realizzare un progetto fondamentale e necessario per tutta la popolazione, residente e non.

Per quanto sopra premesso e considerato,

IL CONSIGLIO REGIONALE DEL LAZIO

IMPEGNA

LA GIUNTA

Ad approvare, nel piano sanitario regionale, gli strumenti e i finanziamenti necessari per la realizzazione di un Ospedale nel territorio di Ladispoli-Cerveteri, così da garantire un presidio sanitario completo ed efficiente in un territorio in continua espansione.

Giancarlo Righini

Visto che il PD di Ladispoli e di Cerveteri (a Cerveteri la mozione è di M. Falconi – Italia Viva- è stata votata all’unanimità!) hanno condiviso questa azione politica/amministrativa, e nel Lazio sono al governo, è probabile che nel prossimo Consiglio Regionale utile per la presentazione di mozioni, interpellanze e interrogazioni, possa essere approvata la mozione dell’On. Giancarlo Righini e colleghi di FdI.

La speranza di realizzazione dell’ospedale nel ns territorio è sempre più una probabilità realistica, la sua di attuazione corrisponderebbe alla concretizzazione di un sogno durato quasi 40 anni.

Il Circolo di Fratelli d’Italia: “Giorgio Almirante” di Ladispoli, che con i suoi tre consiglieri Comunali di FdI: Daniela Marongiu, Giovanni Ardita e Raffaele Cavaliere (firmatari delle due mozioni approvate dalla maggioranza del Sindaco Alessandro Grando e dai due Consiglieri del PD: M. Pierini e F. Ascani) ringraziano l’On. G. Righini per la tempestività nel sostenere le esigenze del nostro territorio.

Il Portavoce del Circolo “G. Almirante”

Raffaele Cavaliere