Ardita(FdI): dallo stato arrivano 2 milioni di euro per ristrutturare il simbolo della città

E’ la notizia che attendevano tutti. Torre Flavia sarà ristrutturata riqualificata e salvata dalle mareggiate che rischiavano di far crollare il simbolo della nostra città”. Ad annunciarlo è il consigliere comunale Giovanni Ardita, cresciuto nella pubblica amministrazione con un grande luminare il sen. Learco Saporito, che dal 2001 al 2006 ha rivestito il ruolo di governo di Sottosegretario alla Funzione Pubblica, sono certo che siamo alla fine di un percorso molto travagliato, il progetto Bellezz@-Recuperiamo i luoghi culturali dimenticati, partito nel 2016 con il Governo Renzi, con uno stanziamento di 150 milioni di euro per 271 progetti ammessi al finanziamento, era la nostra ancora di salvataggio, con il DPCM 17 settembre 2018 con cui sono stati individuati i progetti finanziati, il progetto del restauro dell’area monumentale di Torre Flavia è stato considerato uno dei migliori d’Italia. Lunghi sono stati i lavori della commissioni governative che mutano,  nella loro composizione con il cambiare dei governi.

Devo dire che nonostante lo stop dei 3 mesi per il corona virus, oggi possiamo dire, grazie al lavoro svolto egregiamente da una commissione della Presidenza del Consiglio dei Ministri, che il nostro monumento  “Torre Flavia” con questo finanziamento e questo intervento sarà salvato.

Grande il lavoro di squadra svolto nel nostro comune dal Sindaco Alessandro Grando di concerto con l’assessore ai lavori pubblici Veronica De Santis e l’arch. Elza Evangelisti, questo progetto veramente di grande bellezza vedrà il restauro totale dell’Area  Monumentale di Torre Flavia, sorgerà un faro accessibile a tutti i cittadini che ci farà vedere tutto il profondo del mare.

Seguire l’iter di questo decreto non è stato semplice, dalla richiesta di un documento indispensabile del MIBAC “Torre Flavia bene culturale di interesse nazionale”, al rischio che potesse essere considerato un Monumento o una Torre non più necessaria di interventi in quanto poteva cadere a pezzi.

Siamo riusciti in tempo, con un grande lavoro svolto da chi allora ha presentato la domanda nel 2016 e tutto il lavoro faticoso progettuale ed amministrativo fatto fino ad oggi, sono certo dichiara il consigliere di Fratelli d’Italia Giovanni Ardita, interverremo in tempo per salvare Torre Flavia per ricostruirla e per recuperare tutta l’area monumentale.

Le tempistiche dovrebbero essere le seguenti per Luglio ci sarà il decreto definitivo di approvazione del progetto bellezza da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri, e successivamente entro settembre tutti gli Enti ammessi dovranno stipulare degli atti di convenzione con il MIBAC “Ministero dei Beni Culturali” e sono certo conclude Ardita, che per il 2021 avremo una nuova Torre simbolo di tutta la città e non di destra o di sinistra, ma salveremo la storia e la cultura di Torre Flavia simbolo della nostra città.

Giovanni Ardita

Consigliere Comunale FDI

Comune di Ladispoli