take benadryl with claritin prednisolone 5mg uses zyrtec rash allegra banquets schiller park

CELEBRATA LA FESTA DEI NONNI NELL’ISTITUTO COMPRENSIVO LADISPOLI1

Il 2 ottobre, come ogni anno, torna la “Festa dei nonni”, una giovane festa istituita nel 2005. Per questa splendida occasione, le insegnanti e i piccoli alunni della Sezione E del Plesso P. Borsellino hanno accolto le decine di nonni che, invitati dai rispettivi nipoti, si sono recati nel loro plesso, per ricevere le espressioni augurali a loro dedicate. Sotto la guida delle loro insegnanti, Maria Pia De Propris e Emilia Cucci, nonni e nipoti, hanno giocato, ascoltato poesie e filastrocche. A tutti i nonni presenti sono stati consegnati fasce con scritte e cuoricini e le impronte delle manine dei propri nipoti che in maniera simbolica, hanno così dimostrato il loro affetto e la gratitudine verso questa figura che, sempre disponibile, accogliente, pronta a far fronte a qualsiasi necessità, ormai universalmente, viene considerata una preziosa risorsa. A conclusione di questa colorata ed affettuosa manifestazione, i ringraziamenti commossi da parte dei cari nonni ! Nel Plesso Rosario Livatino, in via Fratelli Bandiera, da diversi giorni gli alunni delle classi 1^ -2^ e V N , attraverso ricordi e riflessioni, hanno valorizzato il ruolo importante e indispensabile dei loro nonni che, armati di pazienza, li seguono con tutto il loro incondizionato amore, regalando sorrisi e coccole e trasmettendo valori e principi educativi ai loro piccoli nipoti. Secondo la pedagogista Alice Monicelli, «tra nonni e nipoti, generalmente, si sviluppa una relazione unica, magica e speciale dove imparare a crescere e a confrontarsi con la vita. Un nonno o una nonna trasmettono non solo un senso di tradizione, ma anche di continuità tra i vecchi insegnamenti ed i nuovi, in una sorta di “patto educativo”. I nonni, inoltre, possono insegnare ad un nipote ad avere più pazienza e a rispettare i tempi di una persona “con una certa età”».

Oltre a poesie, canti e lavoretti, gli alunni, hanno esternato il desiderio di far sì che la festa non sia limitata alla sola giornata fissata per il 2 ottobre, ma tutti i giorni dell’anno. Ed è stato forte il loro desiderio di volerli accogliere a scuola, luogo dove gli alunni trascorrono buona parte della giornata, per vivere e raccontare la loro vita!

Momenti di allegria e di riflessione per dare rilievo e sottolineare l’importanza di un nonno in famiglia , una figura che tutti dovremmo considerare come fonte inesauribile di esperienza e di saggezza, in grado di trasmettere quell’universo di valori sani e puliti dei quali le nuove generazioni dovrebbero fare tesoro.

Marianna Miceli

( Docente dell’Istituto)