Santa Marinella: Lega, arrivano in anticipo i “botti” di ferragosto.

Per i cittadini di Santa Marinella l’estate 2019 verrà ricordata per il salasso ricevuto dall’attuale amministrazione con riferimento alla tassa dovuta per il servizio dei rifiuti. Come Lega di Santa Marinella aspettavamo gli esiti del “buon lavoro” con il quale il sindaco non più tardi del 5 luglio us autocelebrava l’operato della propria giunta e grazie al quale attendevamo una diminuzione delle tariffe nella misura di 1-3 punti percentuali.

Ci spiace e non poco rilevare che i numeri riportati all’interno delle cartelle ricevute sono purtroppo altri e disattendono totalmente quanto di “buono” c’era nelle sole intenzioni del sindaco.

Non possiamo tollerare in silenzio l’azione di dissanguamento che l’attuale amministrazione ha messo in atto grazie all’attuazione di modifiche scriteriate votate nell’ultimo consiglio comunale che hanno visto la ferma opposizione dei consiglieri Calvo e Fiorucci.

I numeri, rispetto alle parole, difficilmente tradiscono e gli incrementi di costo previsti colpiscono trasversalmente e pesantemente tutta la platea dei contribuenti, utenze domestiche e imprese, non salvaguardando minimamente le famiglie e le fasce meno abbienti.

Abbiamo fatto un banale esercizio di comparazione tra le tariffe in uso nel 2018 e quelle 2019, impegnandoci a cercare le riduzioni di costo tanto celebrate ma i dati riscontrati sono ben altri: ristoranti e pizzerie avranno rincari per il 70% circa, per i negozi di abbigliamento, uffici, librerie, cartolerie e farmacie l’aumento sarà del 30% circa, pagheranno circa il 60% in più macellerie, supermercati, gastronomie e pescherie mentre per le utenze domestiche, il prelievo forzato aumenterà dal 10% ad oltre il 30% a seconda dei componenti del nucleo, penalizzando fortemente le famiglie più numerose.

Tutto questo è inaccettabile.

Ancora una vota la politica del “buon lavoro” e del “lo so fare” si riduce ad un semplice esercizio di prelievo dalle tasche dei cittadini di Santa Marinella e Santa Severa ai quali questa volta non basterà ripetere a pappagallo la filastrocca del dissesto e lagnarsi per quanto fatto dalla precedente amministrazione.

La Tari è una tassa a copertura totale, tutti i costi sono nella tassa pertanto dissesto o no qui quello che si cerca di fare è lotta all’evasione fiscale facendo pagare chi già paga, quando invece per noi non possono essere i cittadini onesti e adempienti fino all’ultimo centesimo a farsi carico dell’incompetenza di questa amministrazione. E’ troppo semplicistico far gravare sul contribuente puntuale le azioni lacunose di una maggioranza in confusione.

Il meccanismo è chiaro e scoperto dalla cittadinanza tutta, pagano sempre gli stessi e visto che pagano, facciamoli pagare di più! Questo è inaccettabile.

 Lega Santa Marinella Santa Severa