Novità per la sagra del Carciofo: i coltivatori diretti spostati nei pressi di via Flavia per contrastare il commercio abusivo e agevolare i produttori locali

“Contrastare il commercio abusivo favorendo chi opera sul territorio, questo è il principio che ci ha portato ad accogliere la richiesta inoltrata dai coltivatori diretti – spiegano l’assessore al commercio ed attività produttive Francesca Lazzeri, ed il consigliere comunale Carmelo Augello – la Sagra del Carciofo è un appuntamento appetibile che va tutelato, così come gli operatori commerciali che operano nella legalità.” Ancora una novità, dunque, per la 69^ edizione della Sagra del Carciofo Romanesco. I coltivatori diretti, che solitamente vendono nel mercato ortofrutticolo giornaliero tra via Ancona e via Odescalchi saranno spostati per le sole giornate di sabato 13 e domenica 14 in prossimità della rotatoria di largo Marinai d’Italia. Non sarà invece autorizzato il mercato della domenica su piazza Onofri per evidenti motivi legati alla sicurezza e alla viabilità. “Non abbiamo potuto accogliere la richiesta degli ambulanti del mercato domenicale – spiega Franco Pettinari, delegato ai mercati – daremo loro la possibilità di recuperare la giornata lavorativa in un’altra data che concorderemo insieme, tenendo presenti esigenze degli ambulanti e sicurezza e viabilità per il regolare svolgimento del mercato.”