can you take sudafed with zyrtec prednisolone sodium phosphate solution phenergan 25 mg phenergan pharmacy when should i take zyrtec

CERVETERI: IL COMITATO STOP 5G CERVETERI DENUNCIA “SI TAGLIANO GLI ALBERI SANI PER INSTALLARE MIGLIAIA DI ANTENNE 5G?

Brutto risveglio stamattina per gli abitanti di Cerveteri (Roma): una semplice fotocopia affissa lungo la strada annuncia che dalle 7.30 di oggi e fino al 12 Aprile 2019 su Via Settevene Palo è vietato il parcheggio auto “per lavori di potatura e abbattimento essenze arboree”. Ignote le cause degli improvvisi lavori, alcuni operai stanno eseguendo in realtà un taglio netto di alberi sani, fatto anomalo che sempre in questi giorni si sta verificando anche in altre città d’Italia e d’Europa dove è in avvio la fase di sperimentazione della nuova tecnologia 5G, pericolosa per la salute umana secondo medici e scienziati, per cui nel vicino Comune di Ladispoli verrà presto votata una mozione per una sensata moratoria in applicazione del Principio di Precauzione, essendo il temuto wireless di quinta generazione privo di studi preliminari sul rischio socio-sanitario.

Preoccupato sul taglio degli alberi, insorge il Comitato STOP 5G Cerveteri che denuncia:

“Abbiamo il timore fondato che si stiano tagliando alberi sani per installare pericolosissime mini-antenne a microonde millimetriche su tutti i lampioni della luce, visto che proprio tutti i lampioni nell’area comunale sono state recentemente sostituiti e che l’irradiazione della radiofrequenza verrebbe ostacolata da arbusti e foglie. Se così fosse, per Cerveteri si tratterebbe non solo di un’intollerabile ecoscempio di cui il Sindaco Pascucci se ne assumere ogni responsabilità, ma di un vero e proprio tacito preavviso per la prossima installazione di una tecnologia pericolosa per salute dei cittadini, essendo il 5G non sicuro per organi della Comunità Europea e recentemente per questo bloccato dal Governo federale di Bruxelles e da un cantone Svizzero che non vogliono far fare da cavie umane ai loro concittadini. Il 5G ha poi subito un brusco freno anche nel Comune di Firenze oltre che nel Municipio XII di Roma Capitale.

I cerveterani non voglio essere cavie umane da laboratorio a cielo aperto. Il Sindaco Pascucci negli ultimi mesi è stato espressamente diffidato da numerose diffide protocollate da cittadini che hanno chiesto l’adozione di politiche di prevenzione che non mettano a repentaglio la salute pubblica. Il Comitato STOP 5G di Cerveteri si appella con urgenza al Sindaco Pascucci chiedendo immediati chiarimenti su questo taglio d’alberi, rivolgendosi a tutte le forze politiche, ambientaliste, ecologiste e civiche del territorio ceretano per fermare immediatamente un’avanzata elettromagnetica senza precedenti nella storia dell’umanità. Ricordiamo che le radiofrequenze sono possibili agenti cancerogeni per l’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro e sono causa di numerosi altri effetti dannosi su ecosistema e uomo come attestano letteratura biomedica e sentenze delle aule di tribunale”.

Sulla vicenda del taglio degli alberi per far posto alle nuove antenne del 5G, c’è un documento che ne attesta il nesso. E‘ dell’Istituto per i sistemi di comunicazione dell’Università britannica di Surrey a Guildford (est dell’Inghilterra) e afferma come i “nuovi modi con cui le autorità di pianificazione locali possono lavorare con gli operatori di reti mobili per offrire enormi opportunità future per le comunità locali (…) è ridurre le altezze dei montanti mobili in modo che siano schermati visivamente da edifici e/o alberi, cisto che gli alberi rappresentano l’ostruzione più alta e più probabile. Tuttavia, ciò scherma anche i segnali a radiofrequenza e ha sconfitto l’obiettivo di una copertura affidabile” del 5G.

“Le curve tracciate nel diagramma – continua il documenti inglese – mostrano come all’aumentare dell’altezza dell’albero sopra la linea di irradiazione della stazione radio base (le antenne di telefonia mobile, NdA) aumenta anche quella che è noto come la ‘zona di Fresnel’ o perdita di ombre”. E infine, dall’Inghilterra arrivano al dunque, smascherando i conflitti tra alberi e 5G, cono d’ombra e segnale wireless da montare sui lampioni della luce: “Per evitare questa perdita di ombreggiamento ed essere al di fuori della zona di Fresnel, è necessario che l’altezza dell’albero sia almeno 3m inferiore rispetto all’altezza della stazione di base”.

Sempre a Cerveteri, domani 11 Aprile alle ore 17.30 presso l’Erboristeria In Sole (Via Paolo Borsellino 16) ci sarà la presentazione del libro d’inchiesta sui pericoli dell’elettrosmog ‘Manuale di autodifesa per elettrosensibili’ (Terra Nuova) con il giornalista e scrittore Maurizio Martucci, portavoce nazionale dell’alleanza italiana STOP 5G che la prossima settimana, dopo aver depositato alla Camera dei Deputati una petizione di oltre 11.000 firme, terrà una conferenza stampa in Senato per rinnovare la richiesta di moratoria sul 5G al Governo Conte.