is zofran like phenergan allegra marketing print mail periactin and kidney disease prednisolone 4mg

Augello: “Il nuovo servizio di nettezza urbana porterà ad un aumento dei servizi resi ai cittadini e ad una diminuzione dei costi”

L’amministrazione comunale di Ladispoli ha voluto chiarire alcuni aspetti della tassa Tari dopo articoli di stampa che evidenziavano una situazione che potrebbe trarre in inganno i cittadini. “Per amore di verità – afferma Carmelo Augello, consigliere delegato all’igiene ed ambiente – l’amministrazione intende rispondere alle osservazioni sulla presunta esigua riduzione della Tari, attuale e futura, che sarà applicata dal comune di Ladispoli. Premettendo che appare singolare il fatto che non si sia commentato nello stesso eclatante modo l’aumento significativo da parte dei Comuni limitrofi che in alcuni casi raggiunge il 10% della stessa tassa sulla nettezza urbana.  Per quanto riguarda l’abbattimento dei costi grazie al recupero dei materiali, occorre ricordare che nella nuova gara la gestione delle frazioni di rifiuto virtuose saranno a carico del Comune. Quindi anche i relativi introiti derivanti dal recupero di tali materiali, cosa che non era prevista con il contratto in essere, e che quindi con il nuovo appalto andrà ad ammortizzare i costi sostenuti con l’avvio della raccolta differenziata dal 2014.  Riguardo invece all’importo della nuova gara, precisiamo che, nell’anno 2018, ultimo dato utile, l’importo corrisposto alla ditta per l’attuale contratto di igiene urbana è stato pari ad euro 5.704.347,55 oltre Iva, tenendo in considerazione che, rispetto al contratto originale che prevedeva un costo di euro 4.586.131,09 l’anno, si è reso necessario nel corso degli anni incrementare tale importo attraverso delle varianti, a causa dei molti servizi che non erano stati previsti, aumentando di oltre un milione di euro l’importo previsto, fino ad arrivare alla cifra che viene corrisposta attualmente.

La nuova gara invece prevederà da contratto tutti i servizi che vengono erogati ad oggi, e come già ripetuto altre volte, l’aggiunta di altri e la modifica di alcuni che ad oggi venivano eseguiti a pagamento, come il ritiro del verde, degli ingombranti e dei RAEE. L’importo contrattuale che verrà riconosciuto a chi si aggiudicherà la gara, sarà di euro 36.109.400,47, che diviso i 7 anni di contratto corrisponde ad euro 5.158.485,78 l’anno. Inoltre – conclude Augello – nella gara vanno previsti per legge eventuali servizi complementari corrispondenti al 10% dell’importo contrattuale ed eventuale proroga tecnica. Tali servizi vengono previsti a base di gara, ma come dice il termine stesso sono eventuali servizi che potranno essere utilizzati per portare variazioni al contratto.  Pertanto come dimostrato dai calcoli effettuati, il nuovo servizio porterà ad un aumento dei servizi resi ai cittadini e ad una diminuzione dei costi sostenuti, non tenendo in considerazione anche il naturale ribasso a base d’asta. Siamo certi che la nostra spiegazione eviterà ai cittadini di Ladispoli una visione distorta della realtà”.