allegra drug interactions atarax withdrawal symptoms does claritin raise your blood pressure periactin gain well pills atarax pill identifier adidas torsion allegra

In sella con Sakara: pedaliamo contro la Fibrosi Cistica

Superare le barriere della disabilità per mandare un messaggio: fare della propria vita un impegno a vantaggio di chi lotta contro difficoltà maggiori, di chi si impegna nella ricerca e nella cura di gravi malattie. Questa potrebbe essere la storia di Fabio Sakara, un campione di solidarietà, che ha unito le forze con la onlus nazionale Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica, per un grande evento dedicato allo sport e alla ricerca contro la malattia genetica grave più diffusa, che in Italia interessa 2 milioni e mezzo di portatori sani, una persona su 25, circa il 5% della popolazione. Una coppia composta da due portatori sani, ad ogni gravidanza, ha una probabilità su quattro di avere un figlio malato. Negli anni, la fibrosi cistica è passata dall’essere una malattia dell’infanzia a una malattia che riguarda sempre più l’adulto: l’aspettativa media di vita si attesta intorno ai 40 anni ma le previsioni sono in continuo miglioramento grazie ai progressi della ricerca: proprio la Fondazione, in sinergia con l’istituto Gaslini e Istituto Italiano di Tecnologia di Genova, è all’opera per giungere in tempi brevi a una terapia in grado di colpire la malattia alla radice. L’obiettivo finale è arrivare nel 2020 a uno studio clinico sull’uomo. Il 30 e 31 marzo la città di Pomezia ospiterà la manifestazione “In sella con Sakara – Pedaliamo per la ricerca”. L’iniziativa patrocinata dal comune di Pomezia, vedrà l’atleta disabile impegnato nel tentativo di un nuovo record mondiale: 24 ore consecutive in sella ad una bike erg (una bici statica). Una prova incredibile, amplificata dal fatto che Fabio Sakara convive da più di dieci anni con una protesi invalidante al ginocchio destro. La manifestazione, che prenderà avvio alle 10,30 del mattino si sabato 30 marzo, si svolgerà sulla piazza principale della città pontina (piazza Indipendenza) e proseguirà tra eventi e iniziative benefiche fino alle ore 13,00 di domenica 31 marzo. Tante le iniziative per il pubblico che deciderà di seguire da vicino le gesta di Sakara. In primo luogo sarà possibile pedalare accanto a lui e sull’intera piazza con le trenta bike ERG che saranno posizionate sul piazzale: basterà donare un piccolo contributo di solidarietà alla Fondazione, sostenendo la raccolta fondi a favore della ricerca sulla fibrosi cistica, per dire di aver percorso “un tratto di strada” insieme al recordman Sakara. Mentre per chi volesse contribuire senza pedalare, si potranno trovare le uova di Pasqua offerte dai volontari o partecipare all’asta benefica per aggiudicarsi la maglia da gioco indossata da Martin Castrogiovanni con la Nazionale Italiana di Rugby.