Ladispoli: Ardita, entro pochi mesi avremo una stazione ferroviaria all’avanguardia

Finalmente si sta arrivando a conclusione, ci sono buone possibilità che la stazione ferroviaria di Ladispoli entro pochi mesi venga riconsegnata alla città con tutti i comfort del nuovo restyling.   Questa è la buona notizia che voglio dare ai pendolari che giustamente si interrogano sulla conclusione dei lavori.  ” Dopo tanti anni di battaglie fatte dal sottoscritto, dal Codacons, dal comitato dei pendolari e dall’osservatorio dei pendolari, i primi risultati si iniziano ad intravedere – afferma Giovanni Ardita , delegato ai pendolari del comune di Ladispoli”

Dopo 8 anni che incivilmente sono rimasti chiusi i bagni della stazione di Ladispoli, e con l’orgoglio di chi oltre ad essere un politico, era figlio di un capo treno, e  da 27 anni ininterrottamente  pendolare, posso annunciare ce l’abbiamo fatta, ringrazio per la fiducia della delega ai rapporti con RFI e Trenitalia il sindaco Alessandro Grando. I bagni per aprile saranno aperti, voglio ringraziare per l’attenzione e la determinazione posta sulla nostra Stazione di Ladispoli che rappresenta la prima stazione per numero di pendolari giornalieri più di 9.000, l’arch. Mucci e il Direttore Generale della Produzione Roma dott. Vito Episcopo, puntualmente ci hanno sempre aggiornato ascoltando  me  ed il Sindaco Grando”

Vi garantisco che terminati i lavori avremo una stazione all’avanguardia con gli standard qualitativi e di sicurezza delle grandi stazioni e questo sarà un motivo in più per chiedere con la condivisione del Sindaco Grando alle ferrovie Italia RFI commerciale che fermi una freccia bianca proveniente da Roma Termini con arrivo a Genova e Torino. Non sono tante le Stazioni che avranno 4 ascensori per i diversamente abili  ed è  sicuramente una dimostrazione di civiltà e di una nuova cultura per chi è meno fortunato di noi. La direzione RFI si è impegnata a rappresentare a Trenitalia che molti pendolari che provengono dalla zona campo sportivo Cerretto trovano difficoltà ad andare ad obliterare il biglietto nella parte opposta della stazione l’ingresso della biglietteria, provvederanno appena completati i lavori al 3 binario ad installare una obliteratrice come si salgono  le scale,  sotto la pensilina per tutti i pendolari che si dirigono direzione Roma. Certo che sia la sicurezza con l’installazione  di  impedimenti in ferro  che non permetterà di attraversare i binari irregolarmente , considerate i pendolari morti nel 2018 attraversando i binari, sarà impedito di scendere dal treno ed attraversare i binari. La videosorveglianza con i nuovi sistemi audio e luci terminato il restyling della Stazione di Ladispoli saremo sicuramente una stazione di eccellenza. Voglio ringraziare il Sindaco Alessandro Grando che mi ha fatto proporre ai vertici di RFI che il nostro comune a sue spese offrirà una cooperativa sociale locale che si occuperà della pulizia e della manutenzione dei bagni dalla mattina alla sera”.

 Questa la nota ufficiale inviata dalla direzione RFI Ferrovie italiane

Buonasera.

Questi sono le date di fine lavori delle diverse aree di cantiere

Fabbricato Viaggiatori

Completamento delle attività fine maggio

Bagni di Stazione

Completamento delle attività metà aprile

Sottopasso di Stazione

Completamento delle attività fine aprile

Con attivazione degli ascensori fine giugno

1° e 4° Marciapiede

Completamento delle attività, comprese le pensiline, fine aprile

2° e 3° Marciapiede

Completamento delle attività, comprese le pensiline, fine giugno. Per quanto concerne l’assenza di obliteratrici, per i pendolari che provengono dalla zona Campo Sportivo/Cerreto, le comunico quanto segue.

Le obliteratrici erano presenti sul marciapiede sotto la pensilina.

Quando abbiamo iniziato le attività, eliminando le vecchie pensiline, abbiamo dovuto togliere anche le emettitrici in quanto non potevano stare senza copertura sotto le le intemperie.

Non possiamo altresì metterle nel sottopasso, anche in termini provvisori, in quanto si potrebbero creare affollamenti “critici” in prossimità di questi impianti.

Siamo comunque in contatto con i colleghi di Trenitalia per poter mettere in funzione delle obliteratrici appena termineremo le coperture (o porzioni di queste utili per coprire gli apparecchi) nei marciapiedi 3° e 4°.