Ladispoli Sweet Heart: presentato in anteprima, all’Alberghiero, il cocktail al carciofo ideato dagli studenti

Tequila, Cynar, succo fresco di lime, Cointreaux, vermut rosso: ecco svelata la lista dei liquori (ma non le quantità, ovviamente top secret) necessari per preparare“Ladispoli Sweet Heart”, il cocktail ideato dai ragazzi e dal docente Bruno Mazzeo dell’Istituto Alberghiero di Ladispoli per la 69^ Sagra del Carciofo Romanesco. Il cocktail, uno shakerato, è stato degustato in anteprima ieri mattina dal sindaco Alessandro Grando, accompagnato per l’occasione dagli assessori Milani (Cultura, Turismo, Sport e Spettacolo)  e Lazzeri (Commercio e Attività Produttive) e dalla delegata al patrimonio storico archeologico Annalisa Burattini, che hanno poi presenziato al pranzo di gala organizzato dall’istituto cui hanno partecipato anche gli Etoilè della Accademia Boscolo. Una vera e propria giornata di festa e promozione quella di ieri per l’istituto alberghiero di Ladispoli, che si conferma fiore all’occhiello per il territorio. Il cocktail ideato dal prof. Bruno Mazzeo, in collaborazione con la collega Donatella Di Matteo ha poi coinvolto tutto l’istituto, guidato dalla prof.ssa Vincenza La Rosa, nella giornata di ieri. Al prof. Fulvio Papagallo il compito di ideare il menù e poi dirigere gli studenti nella preparazione del pranzo di gala che ha visto servire: medaglione di patate al sale affumicato e lime con polpo alla griglia, paccheri di Gragano con cernia pomodorini e mandorle tostate, filetto di orata su sfoglia di patate con tartare di olive verdi e olio al peperoncino, bis di bavarese e brownies con salsa di fragole e croccante. Il pasto, graditissimo dagli ospiti, è stato accompagnato con i vini Moss de La rasenna e Merlot Menade. “L’istituto alberghiero di Ladispoli si conferma fucina di talenti – ha commentato l’assessore Lazzeri – siamo onorati di avere nel nostro territorio una realtà come questa. Il futuro della nostra ristorazione è nel saper fare, e qui si insegnano le competenze e si trasmette passione per il lavoro.”