bronchitis prednisolone maximum daily dose for atarax dosage of phenergan for pregnancy claritin vs allegra periactin is giving me a big ass

La Gatta (Ascom): “Sono convinto che ci troviamo a un punto di svolta della storia della nostra città”

Giovedì 31 gennaio alle ore 16.00 presso Sala Ruspoli in piazza Santa Maria a Cerveteri, ha avuto luogo la conferenza stampa di presentazione della neonata ASCOM – Associazione Commercianti Cerveteri. A poco più di un mese dalla nascita il direttivo di ASCOM ha ufficializzato la fondazione di fronte alla maggior parte degli iscritti, che in un solo mese sono già una novantina. Ha aperto l’incontro il presidente Salvatore La Gatta che ha ringraziato per la calorosa presenza passando da subito la parola agli assessori comunali intervenuti, Federica Battafarano e Luciano Ridolfi. Entrambe gli esponenti della giunta guidata dal sindaco Pascucci si sono congratulati per l’iniziativa aprendo alla massima disponibilità di collaborazione. Dopo la presentazione di tutto il direttivo dell’associazione – che ricordiamo è composto da Salvatore La Gatta, Barbara Boffi, Arianna Pietrolati, Cristina De Donno, Alessia Caravella, Paola Barbieri, Massimiliano Ruvolo e Cristiano Orsini – il presidente La Gatta si è poi inoltrato nel suo intervento puntando subito il faro sull’importanza della partecipazione che sta avendo ASCOM, “segno evidente che c’è un’aria nuova e che qualcosa a Cerveteri sta finalmente cambiando. È un segno evidente che siamo stanchi di subire passivamente le decisioni degli altri e vogliamo finalmente diventare gli attori principali e gli artefici del nostro futuro”. Poi è passato a chiarire il fatto che “ASCOM non è e non sarà mai la costola di alcun partito politico. Siamo un’associazione trasversale composta da commercianti e artigiani ognuno portatore dei suoi valori e del suo credo politico, ma con l’obiettivo comune di veder rinascere Cerveteri. Il nostro obiettivo fondamentale è quello ovviamente di rilanciare il commercio a Cerveteri, e dobbiamo metterci in testa che dobbiamo farlo noi. Non possiamo sperare che siano le istituzioni a portarci lavoro. Esse possono aiutarci, possono affiancarci, possono patrocinarci … ma l’iniziativa e lo sforzo maggiore deve partire da noi”. Poi ha illustrato come sarà possibile perseguire tali obiettivi partendo dalla sensibilizzazione dei cittadini per arrivare ad un concreto rilancio dell’immagine della città di Cerveteri all’esterno. Importantissima è stata la chiosa dell’intervento del presidente Salvatore La Gatta: “Sono convinto che ci troviamo a un punto di svolta della storia della nostra città, e in quanto Presidente, spero di essere sempre all’altezza del compito gravoso che mi è stato assegnato. Sono convinto che tutti voi parteciperete con entusiasmo e con la convinzione che se siamo uniti POSSIAMO FARCELA”.

La parola è passata poi ad Arianna Pietrolati che, in qualità di segretaria del direttivo, ha illustrato i primi passi che muoverà l’associazione condividendo i primi progetti già in atto. Proprio ieri pomeriggio, per esempio, il primo segnale di unione dei commercianti ceretani che hanno anche lanciato l’invito ai “colleghi” di Ladispoli e di Bracciano che a loro volta non hanno esitato ad accogliere: dalle ore 18.00 tutte le attività si sono fatte trovare con le serrande chiuse e con una candela accesa all’esterno in segno di protesta contro l’assurda sentenza per l’omicidio del giovane concittadino Marco Vannini. Il dibattito si è aperto con un susseguirsi di suggerimenti ed idee da portare avanti nel percorso dell’attività dell’associazione. Molti i punti interessanti condivisi che sono stati subito segnati nell’agenda del presidente, a testimoniare la sintonia e soprattutto che il messaggio lanciato in apertura è stato accolto fin da subito.