atarax green 25 milli discontinued children's allegra when is the best time to take claritin allegra printing reno can you take zyrtec twice a day

DE ANGELIS – ORSOMANDO: “Pascucci è uno strampalato Sindaco Pinocchio con manie di persecuzione e deliri elettorali”

Le strampalate quanto assurde “elucubrazioni mentali” che abbiamo avuto la sventura di leggere in queste ore, sui social e a mezzo stampa, in ordine alla oramai stucchevole storia del “Jova Beach Party” e ad una possibile guerra contro il sindaco Grando dimostrano che il Sindaco Pascucci o soffre di manie di persecuzione o che sta cercando tanta, ma tanta di quella visibilità politica che ha perso la retta via del buonsenso, della buona educazione e della correttezza istituzionale tutte qualità a lui sconosciute da svariato tempo. Per non parlare dei concetti strampalati e assurdi con i quali il Sindaco di Cerveteri, puntando il dito su di noi, vorrebbe farci passare per “anticervetrani”, aspiranti “sabotatori” o i “cattivi amministratori di turno” e quant’altro, ma non è così e dimostrarlo, per noi, non solo è facile ma è come sparare sulla croce rossa di questa Amministrazione che è oramai preda di un Sindaco brutta copia di “Ajace Telamonio” , proprio così perché di certo il grande Omero non pensava sicuramente a tipi come Pascucci quando cantò “Ajace Telamonio”, l’ infaticabile guerriero che si gettava in ogni battaglia per poi ritirarsi solitario nella tenda a riflettere.  Ma andiamo alle stupidate dette da questo Sindaco “stizzosetto” che non azzecca neppure una data. E’ vero, in qualità di cittadini e consiglieri comunali esercitando i nostri diritti (a tutela dei cittadini e di Cerveteri) abbiamo inviato, in data 05 gennaio 2019, dopo circa una settimana dall’annuncio del Sindaco Grando (era il 28/12/2018), una lettera PEC (quindi non proprio così “contemporaneamente” come si vuole far credere), con delle richieste tecniche ben precise e questo, naturalmente, il Sindaco omette di dirlo e invece vorrebbe far credere alla presenza di chissà quale “complotto”, anche se Noi lo abbiamo affermato pubblicamente e in consiglio. E’ bene precisare che la lettera in questione, visto l’alone di “mistero” di cui si è voluto circondare l’atto pubblico come la deliberazione di giunta e allegati, e in considerazione della presenza di alcune segnalazioni di cittadini, è stata un atto dovuto dettato anche dalle nostre nascenti perplessità, prevalentemente tecniche, in merito alla tipologia di evento, luoghi e viabilità che non sembrano proprio così insignificanti e pellegrine, viste le vittime e quanto accaduto recentemente nella discoteca di Corinaldo. Ci dispiace ma il Sindaco ha volutamente omesso di dire, strumentalizzando ad arte la situazione, che la lettera alla Trident Music conteneva in premessa non solo il nostro personale apprezzamento per l’artista Jovanotti, la sua carriera e le sue battaglie ambientalistiche oltre che il nobile obbiettivo del Jova beach party, ma anche  il fatto che non avremmo potuto che essere onorati di ospitare, quali amministratori comunali di Cerveteri, una tappa di tale evento e questi, egregio Sindaco, non ci sembrano proprio i presupposti tali da far intendere una “cospirazione” o un sabotaggio nei suoi confronti. Come, da coscienziosi amministratori pubblici quali siamo, abbiamo soltanto richiesto rassicuranti informazioni sulla eventuale problematica del notevole afflusso di persone e mezzi con evidenti e sostanziali problemi di viabilità e sicurezza che, a quanto ci risulta, rappresentano un importante criticità enfatizzata dalla quasi inesistenza, nell’area prescelta, di eventuali vie di fuga a norma che consentano l’adozione di un piano sicurezza adeguato, vista l’esistenza di un ponticello e una sola strada stretta e, in periodo estivo, anche intasatissima come appare assai carente l’area, individuata tra i due stabilimenti Six e Ocean Surf, in termini di spazi a disposizione e sicurezza visto che ci troviamo in presenza di grandezze assai inferiori da quelle previste per altre tappe. Non possiamo poi nascondere che più di qualche perplessità l’abbiamo avuta anche sulle aree prescelte visto che, a quanto sembra, sono della società privata Ostillia srl (come del resto le aree degli stabilimenti interessate da sentenze e ricorsi) e che, lo ricordiamo, la stessa società ha in essere numerosi contenziosi con il Comune di Cerveteri difatti ,proprio negli ultimi anni, numerosi sono stati i lavori in danno che il Comune ha fatto in sostituzione di questa società a Campo di Mare e, oggi, il Sindaco Pascucci invece di recuperare quanto speso (soldi dei cittadini) fa da intermediario per conto della società ”The Base” ottenendo una cessione gratuita dell’area per questo importante evento ?. Vogliamo evidenziare, onde fugare ogni dubbio, che da Amministratori e cittadini, felici per il grande evento ma preoccupati per alcune criticità e per la collettività abbiamo richiesto di sapere nello specifico(testuali parole) “….se la vostra organizzazione ha già valutato, in termini di sicurezza e vie di afflusso e deflusso, la positiva fattibilità dell’evento in quell’area e di eventuali effetti e impatti ambientali, seppur secondari, sull’antistante area della palude di Torre Flavia…..se la vostra organizzazione, per l’eventuale evento Jova Party a Campo di Mare, ha raggiunto un accordo diretto con la società Ostillia o se, invece, è il Comune ad occuparsene …” detto ciò, egregio Sindaco, non ci sembra affatto che rilevare una serie di questioni tecniche ed evidenziare numerose criticità sulle aree di Campo di Mare scelte per il concerto equivale a voler far annullare la data del medesimo e Lei dicendo ciò ci ha “diffamato” storpiando il senso delle nostre azioni e cercando di instillare in maniera subdola il tarlo del dubbio in chi legge ma, purtroppo per Lei il nostro interesse è tutt’altro, è il netto opposto è come se avessimo detto “..facciamo pure il concerto ma facciamolo in sicurezza, armonia e nel rispetto di leggi e regolamenti oltre che dell’Ambiente…” ma Lei ,maldestramente, ha voluto far credere a chissà quali nostre deleterie azioni e a comportamenti “incommentabili” e ci viene da pensare ad un vecchio detto “ Il gatto della dispensa quello che fa pensa…”.  Lei, invece, dovrebbe VERGOGNARSI per aver cercato di strumentalizzare azioni che ogni buon amministratore dovrebbe adottare. Non è cosa da poco che i suoi racconti fanno acqua da tutte le parti, ad esempio Lei che parla sempre di correttezza e trasparenza perché non ci spiega come mai la Trident le ha fornito così “celermente” un nostro documento senza chiedere a noi diretti interessati ?. Ma come Noi facciamo accessi agli atti ai quali Lei fornisce documenti dopo 30gg. ed alcuni neppure vengono dati perché coperti dalla legge sulla Privacy e il nostro (non è che  ci interessi più di tanto ma sembra tanto un azione non proprio così corretta e legittima) non solo lo ottiene in via informale ma lo pubblica (sempre senza chiedere ai diretti interessati) infischiandosene se è regolare o no. Di certo potrà anche spiegare come prima di una delibera di giunta del 04/01/2019, senza produrre atti ufficiali alle Autorità competenti, nel giro di tre giorni antecedenti (prima della stessa delibera) ha ottenuto (forse per la sua credibilità e parola? ) unlautorizzazione all’ utilizzo delle aree rilasciata dalla proprietà Ostilia acquisita in data 03/01/1219 protocollo n.193 (che avrebbe dovuto richiedere direttamente la società organizzatrice) e,visto che Lei vuole fare il “puntiglioso” l’autorizzazione prot. n. 59714 del 24/12/2018 (addirittura 10 giorni prima della delibera e 4 giorni prima del presunto incontro con Grando) rilasciata dall’Associazione Nautica Campo di Mare per l’utilizzo degli ambiti demaniali della propria concessione (che non pensiamo possano essere ceduti gratuitamente a terzi per eventi concerto), la nota pec del 03/01/2019 prot. n. 351trasmessa dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti – Capitaneria di Porto di Civitavecchia. Al di là della grave mancanza di rispetto, anche sul piano istituzionale, questo atteggiamento appare politicamente inopportuno: fare dell’insulto, del terrorismo psicologico e della schizofrenia da campagna elettorale il metodo della propria azione politica, non necessariamente la ripagherà, perchè i cittadini, per quanto messi in confusione da questi atteggiamenti, non sono stupidi come qualcuno vuol far credere. E su una cosa siamo più che sicuri, nei suoi confronti, che il fatto di sedere da decenni tra i banchi del Consiglio comunale, non coincide necessariamente con l’aver acquisito esperienza e competenza: per questioni così importanti non è questo il metodo da seguire per fare gli interessi dei cittadini, che cominciano ad aver sempre più chiaro questo concetto. La questione, com’è evidente, è abbastanza complessa, ma per renderla più comprensibile non era necessario scegliere la strada degli attacchi e delle offese quanto, piuttosto, quella della collaborazione tra i rappresentanti istituzionali del territorio. Sarebbe bene che qualcuno, a Palazzo, spiegasse al Sindaco Pinocchio come stanno le cose, evitandogli comunicati tanto strampalati, quanto tecnicamente errati. Detto ciò speriamo veramente che il Jova Beach party si possa fare a Cerveteri e speriamo in un apporto di notevole entità economica per le attività e i commercianti del territorio.

 

Aldo De Angelis                          Salvatore Orsomando

Consigliere Comune di Cerveteri            Consigliere Comune di Cerveteri