Ladispoli: Cavaliere”quattro argomenti del convegno compongono il mosaico della distruzione intenzionale dell’Italia”

Sabato, 10.11.18 dalle ore 15.30 alle ore 19.30, nell’Aula Consiliare del Comune di Ladispoli esperti e politici presenteranno una visione delle più recenti normative che hanno inciso sulla vita dell’individuo, della coppia e della famiglia, corrodendo l’identità socio-culturale dell’Italia.  Il Sindaco A.Grando, l’On Francesco Lollobrigida, Capogruppo FdI alla Camera, accompagnato da Consiglieri regionali, e Manuela Nasoni Consigliere Comunale di Cerveteri, esporranno la loro visione sugli effetti delle leggi hanno sui cittadini.

Gli esperti “free vax”: prof. Vincenzo Valenzi, medico e il dr. Nicola Di Meo, giurista, affronteranno i paradossi dell’obbligo vaccinale imposto dall’ex Ministro B. Lorenzin.

Sul tema dell’aborto legalizzato saranno Toni Brandi, presidente Pro Vita onlus e la dr.ssa Silvia Lovergine, ginecologa, a spiegare i fallimenti della legge e le difficoltà in cui si trovano costrette le donne che scelgono l’abortire o gli effetti sulla salute post intervento dell’interruzione di gravidanza che non sono solo di natura psicopatologica.

La prof.ssa Francesca R. Poleggi, direttore editoriale del Notiziario Pro Vita, farà un esame psico-socio e antropologico sul rischio della diffusione dell’ideologia gender.

Enrica Zantomia, laureanda in giurisprudenza, toccherà un tema di estrema attualità: la manipolazione del clima e i relativi disastri ambientali che secondo il Gen. Fabio Mini sono “atti bellici”.

I quattro temi analizzati scientificamente faranno capire in cosa consiste la “cultura della morte” e come viene sistematicamente programmata la distruzione dell’identità di genere, le basi della buona educazione, dello sviluppo della personalità in condizioni ottimali/salute, dei diritti della persona e della difesa dei diritti costituzionali della gente. Un puzzle preoccupante che definisce gli ambiti d’azione della distruzione della storia dell’Italia, della sua peculiare identità culturale e del ruolo che svolge nel mondo a cui nessuno deve assistere passivamente!

Per dare un segnale di speranza saranno esposti un quadro della pittrice Flavia Mantovan: “La maternità”, appositamente realizzato per il convegno, e la scultura di Mirko Mauro: “Lavoro interiore”. La bellezza può salvare il mondo e l’arte e da sempre un veicoli per dare i giusti messaggi alle “masse addormentate” che necessitano di essere risvegliate per ridare agli individui la capacità critica e il ruolo attivo nelle dinamiche socio-politiche.

Vi aspetto numerosi sabato in Aula Consigliare. L’ingresso, ovviamente, è libero.

Raffaele Cavaliere