Il maltempo rovina la sfilata del 4 novembre. Grando: “Abbiamo comunque reso omaggio a coloro che si sono sacrificati per la Nazione”

Una pioggia battente e fastidiosa ha rovinato il tradizionale corteo delle celebrazioni della giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate. Annullata la sfilata con partenza da piazza Falcone, per poi arrivare a Piazza Scarabellotto prima e in Piazza dei Caduti poi.  A causa del forte maltempo, che ha interessato il litorale dalle prime ore del mattino fino alle 11.00 circa non si è svolto, dunque, il tradizionale corteo per le vie della nostra città in occasione delle celebrazioni della giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate, corteo che negli ultimi anni è andato in crescendo per numero di partecipanti, non solo esponenti delle Forze dell’Ordine, ma anche associazioni e scolaresche. Tre le corone deposte alle quali il sindaco Grando ed esponenti dell’amministrazione, maggioranza ed opposizione hanno reso omaggio: piazza Falcone, piazza Scarabellotto, piazza dei Caduti.  “Abbiamo comunque reso omaggio a tutte le donne e a tutti gli uomini, di Ladispoli e non solo, che hanno sacrificato – ha sottolineato il sindaco Alessandro Grando –  la propria vita al servizio della Nazione, depositando una corona sul monumento della nostra città dedicato ai caduti di tutte le guerre. Viva Ladispoli, viva le Forze Armate, viva l’Italia!”