Lo spazio archeologico – culturale de “la Grottaccia” è tornato alla città

Lo spazio archeologico – culturale de “la Grottaccia” è tornato alla città. Con il taglio del nastro il Sindaco Alessandro Grando ha inaugurato l’“Halloween – The Party”, l’evento organizzato dall’associazione culturale “I Servitori dell’Arte” e soprattutto riconsegnato alla città uno spazio che punta a farsi valido punto di incontro e offerta culturale per l’intera comunità. La riapertura de “La Grottaccia” arriva dopo gli interventi di recupero dell’area archeologica iniziati nel 2017. Era forte l’esigenza da parte del Comune di Ladispoli – dell’Assessore alla Cultura Marco Milani e dalla Delegata ai Beni Archeologici Annalisa Burattini – di tornare a valorizzare l’intero complesso, inserito con una delibera della Giunta comunale nella “Rete regionale delle dimore, ville, complessi architettonici, parchi e giardini di valore storico e culturale della Regione Lazio”. Dallo scorso 1 settembre, dopo i ripetuti atti vandalici cui è stata soggetta negli ultimi mesi, la gestione de “la Grottaccia” è stata assegnata a “I Servitori dell’Arte”, l’Associazione Culturale di Ladispoli risultata vincitrice del bando pubblico atto a individuare soggetti cui affidare la manutenzione e custodia del punto informativo dell’area adibita ad eventi, situata presso il sito archeologico di Via Rapallo.

La concessione mira a ripopolare l’intero complesso, grazie ad incontri, appuntamenti e attività che, di certo, “I Servitori dell’Arte”, nati nel 2008 come Associazione Culturale ma, a tutti gli effetti una vera e propria poliedrica Compagnia Teatrale dal caloroso seguito, sapranno abilmente creare.

“Halloween – The Party” è stato il primo di una lunga serie di eventi.

Dopo la cerimonia di riapertura con le autorità, grande partecipazione per la caccia al tesoro, la caccia alla strega, l’immancabile must di Halloween “Dolcetto o Scherzetto?”, la danza  della strega e uno spaventoso angolo “Photoboot” per foto ricordo da brivido, il contest “Maschere di Halloween” che ha premiato il miglior abito di adulti e bambini e, a seguire,la proiezione del film “La notte dei morti viventi” .

Presenti all’evento “La Biscotteria” di Viviana Rossi con i suoi dolcetti a tema, un fornitissimo angolo coffee break e bevande e “Fonte di Mimir – Il Villaggio Vichingo”, con didattica ed entusiasmanti duelli per adulti e bambini: un accampamento in pieno stile vichingo ha conquistato i piccoli ospiti.

Per chi fosse interessato a rimanere aggiornato sulle varie iniziative de “I Servitori dell’Arte”, anche presso “la Grottaccia”, può seguire il sito internet dell’Associazione e la pagina Facebook ufficiale della Compagnia oppure incontrare personalmente il Presidente Manuel D’Aleo e i suoi soci/collaboratori, il martedì dalle ore 10:00 alle ore 13:00 e il giovedì dalle ore 15:00 alle ore 19:00, presso il punto informativo di Via Rapallo 14 a Ladispoli.