Aree verdi, strade, nuovo pozzo, potature, evasione fiscale: il sindaco Grando fa il punto della situazione

BANDO AREE VERDI: Approvato in Giunta l’atto per mettere a bando alcune aree verdi della città nelle quali sarà possibile installare un’attività commerciale, ludica o sportiva (tale possibilità varia a seconda delle zone), dando in cambio alla collettività la riqualificazione dell’area in questione e la sua manutenzione per tutto il periodo di concessione. Ovviamente le aree non saranno privatizzare ma continueranno ad essere accessibili a tutti.
In questo modo contiamo di riqualificare i parchi urbani, rendendoli più sicuri e accoglienti per le famiglie di Ladispoli, a costo zero per il Comune.
Invito gli interessati a prestare attenzione alle comunicazioni istituzionali delle prossime settimane in cui annunceremo l’uscita dei bandi.

NUOVO POZZO: Aggiudicata la gara per l’escavazione, si procederà successivamente con le prove di emungimento per poi proseguire con il completamento dell’opera.
Con questo intervento contiamo di prelevare circa 20 litri/secondo in più e di risolvere, anche parzialmente, il problema di cloruri del pozzo Statua.

POTATURE: Una volta conclusi gli interventi sul Viale Italia, gentilmente offerti dalla ditta Piazza Grande e che comprenderanno anche la pavimentazione delle aiuole, verranno eseguite le potature anche in altre zone della città, per le quali abbiamo stanziato circa 50.000 euro.
Verranno sicuramente interessate da questo intervento via Trapani, Via Odescalchi e Via Ancona. Il resto degli interventi verranno effettuati in base alle disponibilità economiche residue.
Seguiranno comunicazioni.

RIFACIMENTO STRADE: Ho promesso che avremmo asfaltato 10 km, e 10 km verranno asfaltati!
È stato quasi completato il progetto della prima parte dei lavori che contiamo di approvare in Giunta entro la fine di ottobre.
La prossima settimana verranno effettuati i carotaggi nelle vie interessate per verificare la consistenza del sottofondo. Non appena concluse queste operazioni renderemo noto l’elenco delle prime vie interessate dagli interventi, che non saranno la classica leccatina di asfalto!

SERVIZI SOCIALI: I fondi stanziati con il bilancio di previsione non sono stati sufficiente per garantire i servizi minimi di assistenza alle fasce sociali più deboli. È pronta una variazione di bilancio da oltre 200.000 euro per aumentare i fondi sui capitoli dell’assistenza domiciliare disabili, rette minori in istituto, residenze sanitarie assistite e altri.

RECUPERO EVASIONE: La lotta all’evasione fiscale sta cominciando a dare i frutti sperati. Sulla mensa scolastica sono stati recuperati in pochi giorni oltre 130.000 euro, dal servizio idrico circa 160.000.
Anche sul fronte IMu e Tari gli Uffici stanno facendo un grande lavoro, che ci permetterà in futuro di avere più fondi a disposizione per i servizi e per gli interventi di manutenzione della città.

CINEMA – AUDITORIUM MASSIMO FRECCIA: Dopo aver finalmente liberato una parte dei locali che erano stati occupati potremo mettere a bando la struttura, per la quale sono necessari interventi di completamento per almeno 230.000 euro.
Il privato che si aggiudicherà la gestione dovrà terminare i lavori per rendere i locali agibili e dovrà garantire al comune un tot di giornate in cui il teatro sarà disponibile per eventi pubblici.
Chi parteciperà al bando potrà anche proporre di realizzare una seconda sala, di circa 120 posti, e potrà adattare la struttura sia per il cinema che per il teatro.

OPERE RICEVIMENTO E SMALTIMENTO ACQUE PIOVANE: Dopo i lavori per la realizzazione di una trincea drenante nei giardini di via Odescalchi, all’incrocio con via Trieste, seguiranno altri interventi sulle condotte fognarie in due punti critici della città, tra via Ancona e via Flavia e tra via Lazio e via del Mare.

PALAZZETTO DELLO SPORT: Il 30 settembre è terminato il periodo a disposizione delle associazioni sportive per effettuare le osservazioni al progetto. Prenderemo in considerazione tali osservazioni e valuteremo quali potranno essere accolte. Dopo questa fase presenteremo il progetto al CONI per avere un parere preventivo sull’omologazione dell’impianto.

DISPOSIZIONI PER LA RIGENERAZIONE URBANA E PER IL RECUPERO EDILIZIO: Il 27 settembre è scaduto il termine a disposizione della Regione Lazio per effettuare osservazioni sulle delibere di Consiglio Comunale con cui abbiamo applicato gli articoli 4 e 5 della legge regionale 7/2017.
L’iter di tali delibere è dunque definitamente concluso.
Invito gli interessati a recarsi presso l’ufficio urbanistica per chiedere informazioni.