Vaccini: la schizofrenia della Medicina !

Esiste una medicina che afferma che un paziente immunodepresso farebbe bene ad evitare persone vaccinate di recente con vaccini vivi attenuati : si vedano le linee guida per pazienti trapiantati di midollo del dipartimento oncologico – Struttura Complessa di Ematologia dell’Arcispedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia…”evitare le vaccinazioni ed i contatti con individui recentemente vaccinati con vaccini vivi attenuati… non avvicinare i bambini se hanno fatto l’anti-polio di recente ( ma ANCHE morbillo, rosolia, parotite, …varicella, febbre gialla, tifo, tbc;)”… o quelle dell’ Unità Operativa Struttura Complessa Ematologia Oncologica Istituto Nazionale Tumori di Napoli Fondazione G. Pascale :”…Ricorda che i bambini sono potenziali portatori di malattie virali quali varicella e morbillo. È preferibile non venire a contatto con bambini appena sottoposti a vaccinazione (ad esempio l’antipolio il cui virus viene eliminato per diverse settimane dopo la vaccinazione) o con bambini con febbre, mal di gola o raffreddore ! ” ( quanti bambini vengono mandati a scuola dai genitori anche con la febbre ? In quel caso la cautela verso gli immunodepressi non conta ? )….o le raccomandazioni del Dr Cimminiello , ematologo presso l’ U.O.di Ematologia con Trapianto di midollo dell’Ospedale San Carlo di Potenza .”Evitare  il contatto con persone appena vaccinate, in particolare i bambini i quali sono potenziali portatori di malattie virali (per esempio la varicella) che il paziente sottoposto a trapianto può contrarre con facilità”….  o quelle del Memorial Sloan-Kettering Cancer Center di New York : “Non incontrarsi con chiunque: abbia il raffreddore , abbia la varicella, sia stato recentemente esposto a varicella, sia stato recentemente esposto a herpes, sia stato recentemente esposto a herpes zoster (fuoco di Sant’Antonio) , sia stato recentemente esposto a qualsiasi altro tipo di virus o infezione,  abbia ricevuto recentemente un vaccino con virus vivo come la varicella…
…una medicina che afferma che i vaccini contro difterite, tetano e pertosse danno protezione individuale perché mirati non contro i  germi , ma contro le tossine prodotte dai germi stessi che possono quindi tranquillamente riprodursi ed infettare altre persone …e quindi l’effetto gregge non può esistere per queste malattie…
…e poi esiste una medicina che dice che invece l’immunodepresso deve guardarsi solamente da bambini non vaccinati !
Claudio Tronchi- comitato genitori free vax