Ladispoli Air Show – Milani: “Ladispoli pronta al rilancio turistico. Sarà uno spettacolo indimenticabile”

Il 28 e 29 luglio 2018 si terrà a Ladispoli l’esibizione delle Frecce Tricolori denominata “Ladispoli Air Show”. L’amministrazione del Sindaco Grando ha voluto fortemente tale evento sul quale si è lavorato dietro le quinte per mesi, fino al risultato finale. L’entusiasmo col quale è stato accolto dalla cittadinanza ci conforta e ci inorgoglisce. E proprio sulla scia di tale riscontro abbiamo pensato al coinvolgimento più ampio possibile dei Ladispolani.

L’evento organizzato dall’assessorato al Turismo di Marco Milani, inizierà venerdì 27 con una piccola fiera a Marina di Palo, per poi proseguire nel fine settimana quando le Frecce attraverseranno i cieli di Ladispoli con le prove del sabato e per lo spettacolo vero e proprio la domenica.

Ladispoli quest’anno compie 130 anni e il regalo che le facciamo è l’AIR Show.

Chiediamo sostegno e collaborazione a tutti i nostri concittadini. Sarà una grande festa alla quale parteciperanno migliaia di persone. Offriamo a loro e a noi stessi un’accoglienza grandiosa!

Agli operatori commerciali chiediamo di offrire disponibilità e servizi, addobbando le vetrine a tema, fin dalle settimane precedenti; creando menù ispirati all’evento, offrendo pacchetti e sconti per l’occasione.

Ladispoli sarà sui giornali di tutta Italia, andrà in TV, se ne parlerà finalmente per come è, una città viva, accogliente, da visitare.

Una rinascita dal punto di vista culturale e turistico genera movimento, interesse, affari, ridando vita a una economia locale da troppo tempo schiacciata dalla crisi.

Rivalutare la nostra città aiuterà persino il mercato immobiliare.

Ecco perché chiediamo a tutti i nostri concittadini di aderire all’iniziativa, collaborando in ogni modo e mostrando a tutti l’orgoglio di essere Ladispolani.

Metteremo a disposizione migliaia di nastrini tricolori e chiediamo fin da domani di apporli su giacche e magliette. Ladispoli sta con le Frecce Tricolori!

Ass.re Turismo e Cultura

Marco Milani