prednisolone forte prednisolone side effects for dogs what time of the day to take periactin can you take claritin and benadryl later

‘Per non dimenticare Chernobyl’: Per il 32esimo anniversario del disastro nucleare più grande della storia, mattinata di gala nell’Aula Consiliare del Granarone

Si è tenuto ieri nell’Aula Consiliare del Granarone il Cerimoniale ‘Per non dimenticare Chernobyl’, un appuntamento che ogni anno si rinnova grazie all’Associazione di Volontariato Scuolambiente, che intende ricordare quello che ancora oggi, 32 anni dopo, viene ricordato come il più grande disastro nucleare della storia: quello di Chernobyl. “Un grande ringraziamento va all’Associazione Scuolambiente, alla sua Presidente Maria Beatrice Cantieri, al Vicepresidente Davide Mattolin e a tutti i volontari e ai ragazzi del Forum Giovani, che con passione e generosità continuano da tanti anni a portare avanti le iniziative legate alla sensibilizzazione ambientale, soprattutto nelle scuole del nostro territorio – ha dichiarato Alessio Pascucci, Sindaco di Cerveteri – il Cerimoniale di Chernobyl rappresenta ogni anno per ricordare non solo questo disastro nucleare, ma anche per premiare e ringraziare tutte quelle realtà associative, che con grande generosità, ogni anno contribuiscono a portare avanti tanti progetti dedicati ai bambini bielorussi”.

 

Attraverso una lettera ufficiale, giungono parole anche dall’Ambasciatore della Repubblica di Belarus in Italia Aleksandr Guryanov, che dichiara: “sono trascorsi trentadue anni dai tragici eventi della Centrale Nucleare di Chernobyl, quando il mondo assistette alla gravissima catastrofe antropica. Milioni di persone subirono la dannosa influenza della radiazione, centinaia di migliaia di persone persero la salute e il tetto, la loro Piccola Patria. Chernobyl rimarrà per sempre il simbolo di grande dolore umano. In questo giorno piangiamo i morti ed esprimiamo compassione per tutti coloro che vissero questa tragedia. Ringraziamo i partecipanti delle attività mirate alla liquidazione delle conseguenze della catastrofe di Chernobyl. Essi mostrarono l’eroismo ed il coraggio, e prevennero l’ulteriore propagazione della radiazione. Oggi la comunità mondiale condivide questa terribile tragedia e contribuisce come può alla minimizzazione delle sue conseguenze. L’Italia fu tra i primi paesi ad offrire aiuto alla Bielorussia, grazie al quale migliaia di bambini ebbero e tutt’ora hanno la possibilità di migliorare la loro salute. Siamo molto grati alle associazioni come Scuolambiente e alle famiglie italiane che continuano ad offrire ai bambini bielorussi questa grande opportunità di aiuto”.
Oltre al Sindaco Alessio Pascucci, presente in rappresentanza dell’Amministrazione comunale di Cerveteri, l’Assessora alle Politiche Culturali del Comune di Cerveteri Federica Battafarano.
Alla Cerimonia, alla quale sono state invitate istituzioni e rappresentanze bielorusse, hanno preso parte i musicisti dell’Orchestra I Flauti Magici dell’Istituto Comprensivo Casalotti Roma diretti dal M° Amedeo Ricci.