what is in claritin d phenergan syrup dose phenergan lawsuits claritin at walmart prednisolone for dogs 5mg

GLI STUDENTI SPAGNOLI DI BAJADEZ VISITANO LA SCUOLA MEDIA ‘ILARIA ALPI’ E L’ISTITUTO ALBERGHIERO DI LADISPOLI

Appartiene al gruppo delle lingue romanze, è l’idioma più usato al mondo dopo il cinese (con circa 400 milioni di parlanti), si è sviluppato a partire dal latino volgare, sotto l’influenza di altre lingue come il basco, il celtico, l’iberico, l’arabo, l’occitano, il catalano, l’italiano, il portoghese. Il Messico è lo Stato ispanofono più popoloso al mondo. Il primo documento letterario spagnolo risale al XII secolo ed è il poema epico Cantar de mio Cid. La prima grammatica, invece, risale al 1492 e si racconta che quando fu presentata alla Regina Isabella di Castiglia, la sovrana chiese : ¿Para qué quiero una obra como ésta si ya conozco el idioma? (Per quale motivo dovrei volere un’opera come questa, se già conosco la lingua?). Al che l’autore rispose: Señora, la lengua siempre fue compañera del Imperio (Signora, la lingua è sempre stata uno strumento dell’Impero).

Lo Spagnolo è materia di insegnamento in molti Istituti scolastici europei. Diversi i gemellaggi, come quello in corso nella Scuola Media “Ilaria Alpi” di Ladispoli, nell’ambito del Progetto Europeo “E-Twinning”, coordinato dalle docenti Prof.ssa Rosa Cioffi e Prof.ssa Carla De Sanctis (titolo del Progetto: Mens sana in corpore sano). E il 21 febbraio, prima di ripartire, gli studenti spagnoli dell’I.E.S. “San Fernando” (di Badajoz) hanno visitato l’Alberghiero di Ladispoli, accolti dalla Dirigente Scolastica Prof.ssa Vincenza La Rosa, Preside anche dell’Ilaria Alpi: “Non ho voluto perdere questa occasione – ha affermato la Dirigente – per far conoscere agli allievi entrambi gli Istituti da me diretti e, in particolare, l’organizzazione di una Scuola Professionale Alberghiera, dotata di attrezzature e laboratori all’avanguardia nel settore della ristorazione e del Ricevimento. Giovedì 15 abbiamo dato il benvenuto agli allievi, appena arrivati dall’aeroporto di Fiumicino, nei locali dell’Ilaria Alpi, dove i nostri studenti dell’Alberghiero avevano preparato un buffet di accoglienza. Oggi siamo qui all’Istituto Professionale di via Federici e ci prepariamo a salutarli. Ci auguriamo che questi studenti tornino presto in Italia. I gemellaggi rappresentano occasioni uniche di scambio e di conoscenza. Si tratta di iniziative insostituibili per promuovere concretamente il processo di integrazione, il dialogo interculturale, il confronto fra esperienze scolastiche diverse, l’arricchimento reciproco e il valore dell’identità comune europea. Voglio ringraziare tutti i docenti e gli studenti e, in modo particolare, la Prof.ssa Rosa Cioffi, la Prof.ssa Carla de Sanctis e la Prof.ssa Valeria Mollo, Vicepreside dell’Alberghiero, che ha promosso e organizzato l’iniziativa nell’Istituto di via Federici”.

 

Pur essendo la seconda lingua più parlata al mondo, lo Spagnolo non può vantare una posizione altrettanto privilegiata nei curricoli scolastici. Solo per limitarsi alle Scuole Medie, in quasi tutti i Paesi UE infatti l’Inglese è la lingua straniera più insegnata (97%). Il Francese si attesta al 33 % circa, il Tedesco al 23% e lo Spagnolo al 13%.

L’Italia, d’altra parte, in seguito alla Legge 53/2003, ha scelto l’insegnamento obbligatorio dell’Inglese già a partire dal primo anno della Scuola Primaria, insieme ad altri tredici Paesi europei. Nell’UE, quando i sistemi di istruzione nazionali prevedono lo studio di una lingua straniera specifica obbligatoria, si tratta infatti generalmente dell’Inglese, a meno che non si tratti di una seconda lingua ufficiale di Stato. Molto spesso, nella classifica delle lingue percepite come ‘importanti’ si individua solo il criterio della loro diffusione nel mondo, ma in realtà – spiegano gli esperti – senza voler parlare degli aspetti culturali, sarebbe necessario valutarne anche altri, come l’interesse del Paese dal punto di vista economico-politico o la sua vicinanza geografica. Considerato sotto tutti questi profili, dunque, lo Spagnolo rappresenta una lingua fondamentale, in modo particolare per gli Italiani, data la sua ‘prossimità territoriale’ e l’entità degli scambi economici fra i due Paesi.

 

Il buffet di accoglienza per gli studenti spagnoli in visita alla Scuola Media “Ilaria Alpi” e all’Istituto Professionale di via Federici, è stato preparato dai docenti Prof. Rocco Zezza e Fulvio Papagallo (Enogastronomia) e dai Prof. Bruno Mazzeo e Donatella Di Matteo (Sala), che hanno coordinato i loro allievi, con il supporto degli Assistenti tecnici Mauro Ceccobelli, Elisabetta Mannelli e Pietro Piccarisi. Il servizio di accoglienza è stato curato dalla Prof.ssa Giovanna Albanese. Dopo il saluto del Sindaco Alessandro Grando e dell’Assessore alla Cultura Marco Milani nell’Aula Consiliare, gli allievi sono stati riaccompagnati all’Aeroporto di Fiumicino, per il volo che li ha riportati in Estremadura.