I patrimoni da salvare: al via il contest fotografico

Un nuovo contest fotografico è stato lanciato dalla rete di associazioni che da tre anni ha stretto collaborazioni e sinergie intorno a temi cruciali per l’avvenire del nostro territorio. Il tema da tradurre in immagini fotografiche riguarda ciò che pensiamo si debba salvare: la dignità umana di quanti, senza lavoro tentano di non morire di fame, di quanti costretti ad emigrare, vivono nel disagio. Salvare i beni sequestrati alla mafia, i reperti archeologici violati e non valorizzati, salvare le terre fertili dalle colate di cemento, i campi e i corsi d’acqua dall’inquinamento, salvare la memoria  degli orrori e le eccellenze.

La premiazione avverrà Il pomeriggio dell’11 novembre nell’ambito dell’evento “Tanaliberatutti” presso il centro di arte e cultura a Ladispoli.

Si  partecipa con due stampe a colori o in bianco e nero, formato 35X45 cm, montate su cartoncino nero 35X50 cm che dovranno essere consegnate entro il 04.11.2017, presso la Biblioteca Peppino Impastato a Ladispoli (Via Caltagirone snc, dal lunedi al venerdi, orari 9/14, 15/18) con le info dell’autore, nome, cognome, telefono, indirizzo mail.

Altre informazioni sulla locandina. Spirito dell’iniziativa: offrire un’occasione per riflettere su temi importanti, sviluppare la creatività, stare insieme in amicizia.

 

Associazioni aderenti: Libera, Humanitas, Animo, Pezzeto di Sole, Salviamo il Paesaggio, Comitato Rifiuti Zero,Spi/Cgil, La Metamorfosi, Auser, Illusioni Ottime, Pro Loco Marina di Cerveteri.