Ladispoli: Quintavalle (NcS), il 25 giugno Ladispoli può liberarsi di tutti quei personaggi che hanno amministrato negli ultimi 20 anni

A riprova dell’impossibilità e dell’incapacità di Marco Pierini di reggere il confronto con il nostro candidato Alessandro Grando, il PD di Ladispoli ha pensato bene di chiamare in soccorso del proprio candidato due esponenti nazionali per illustrare meglio il programma per la nostra città. Peccato che da coloro che per anni si sono limitati a collezionare avvisi di garanzia, a permettere la vergogna di Piazza Grande o del complesso Vistamar oppure ad usare la città esclusivamente seguendo il proprio interesse, c’è poco da apprendere o apprezzare. La calata su Ladispoli di un personaggio come Gennaro Migliore rende poi plasticamente l’idea del trasformismo che ha caratterizzato la sinistra ladispolana degli ultimi anni (come insegnato dai casi Ruscito e Cagiola). Infatti Migliore, dopo aver iniziato la sua carriera con Rifondazione Comunista è passato da SEL, per approdare poi tra le braccia di Matteo Renzi che lo ha ricompensato con un prestigioso incarico governativo: si sa, rimanere senza poltrona è sempre scomodo. L’occasione che abbiamo davanti a noi è unica, irripetibile: il 25 giugno Ladispoli può liberarsi di tutti quei personaggi che hanno amministrato negli ultimi 20 anni, affossando di fatto la nostra città.

Se un’altra storia è possibile, un altro futuro è possibile solo con Grando sindaco.

Luca Quintavalle

Coordinatore comunale “Noi con Salvini” Ladispoli