50 anni fa nasceva la prima bambina a Ladispoli, Comune autonomo. Auguri Roberta!

17 giugno 1970 – 17 giugno 2020, se oggi l’Italia calcistica e nazional popolare ricorda la fatidica partita Italia – Germania 4-3, Ladispoli ha un motivo in più per ricordare questa data.  50 anni fa eravamo comune autonomo da poco più di un mese e in via Pescara 24 nasceva in casa, assistita dalla levatrice Rosanna Bucheri, Roberta, quartogenita di Antonio e Concetta Cosimi.
Roberta questa mattina è stata ricevuta in comune dal Sindaco Alessandro Grando e la visita è stata occasione per ricordare tanti aneddoti legati ad una Ladispoli che non c’è più, ma che affascina sempre. “Mentre mia madre mi dava alla luce – ha raccontato Roberta – al piano di sopra mio padre, con i miei zii e i miei fratellini assistevano alla partita del secolo, con l’ostetrica che faceva la spola con una altra casa, dove di lì a poche ore sarebbe nato un altro bambino.”
Roberta, oggi splendida cinquantenne, è mamma e moglie, oltre ad essere una docente dell’Enrico Mattei, dove insegna materie scientifiche.
“Ad una donna l’età non si chiede mai – ha detto il sindaco – ma questo è un caso del tutto eccezionale. Essere la prima cittadina nata nella nostra Città è un primato unico, che non potevamo non festeggiare. È stato un vero piacere conoscere la signora Roberta e consegnarle un attestato ricordo che celebra la sua nascita.”